Movimento centrale Shimano e ISIS

Shimano ha introdotto il sistema pedivelle/ movimento centrale Octalink nel 1997 con l’avvento del Dura-Ace a 9 velocità. Un sistema che si è in seguito adattato ai set Ultegra e 105, ma che è stato in gran parte soppiantato dal sistema Hollowtech II introdotto nel 2003 con il Dura-Ace a 10 velocità. Il progetto ISIS Drive nasceva invece nel 1998, quando qualche produttore cominciò a pensare di provare a competere con Shimano. All’edizione 199 dell’Interbike, Truvativ, Chris King e Race Face cominciarono a collaborare per mettere fine al monopolio giapponese. Il risultato dei loro sforzi fu lo standard aperto ISIS Drive. Uno standard descritto da due caratteristiche principali, definendo con precisione sia l’interfacciamento tra pedivelle e perno del movimento centrale, sia la lunghezza di quest’ultimo. I sistemi Octalink e ISIS si montano e smontano in modo piuttosto simile. In questa occasione facciamo riferimento a come assemblare e disassemblare sistemi Hollowtech II e ISIS Drive.

Consigli
Se i cuscinetti non scorrono bene o sviluppano del gioco, cambiate anche le coppe o, meglio, tutto il movimento centrale.
I perni dei movimenti centrali ISIS hanno inciso un numero che li identifica, definendone la compatibilità rispetto a diversi tipi di movimenti centrali e pedivelle.
Procuratevi gli attrezzi adatti alla tipologia di pedivelle e movimento centrale che monta la vostra bici.
Le filettature nella sede del movimento centrale sono molto fini e sono facilmente danneggiabili. Controllate sempre di avvitare il corretto tipo di coppe e di farlo in modo che i filetti combacino, senza forzare. Le coppe dal lato sinistro del movimento centrale si avvitano ruotandole in senso orario, quelle sul lato destro vanno invece girate in senso antiorario (tranne che nei movimenti centrali italiani, dove anche quelle a destra si avvitano in senso orario).

Preparazione
Se un telaio non è stato mai usato, è rovinato o è stato riverniciato da poco, la filettatura potrebbe non essere adatta ad accogliere le nuove cartucce cuscinetto del movimento centrale. Per rifare la filettatura della sede del movimento centrale esistono attrezzi appositi, ma è più sicuro e conveniente rivolgersi al proprio meccanico di fiducia che dovrebbe rifarvela per una decina di euro.

Shimano Hollowtech
Rimuovete il cappellotto di plastica all’estremità della pedivella sinistra e il movimento centrale con il tool TL-FC16. Smollate e rimuovete i due dadi a brugola e la piastra che tengono ferma la pedivella e estraetela con le mani dall’asse del movimento centrale. Con un martello con faccia in plastica martellate sull’asse del movimento centrale dalla parte sinistra ed estraete la pedivella destra.

Rimuovete entrambe le coppe dei cuscinetti col tool Shimano TL-FC32, svitandole nel senso giusto.

Spalmate la filettatura delle nuove coppe con del liquido anti-grippaggio e avvitatele nella scatola del movimento centrale con il solito strumento TL-FC32. Assicuratevi di avvitare la coppa giusta dalla parte giusta del movimento centrale, non sono equivalenti. Ricordatevi anche di non forzare l’avvitamento per non rovinare le filettature. Inserite la pedivella destra unita all’asse del movimento centrale attraverso le coppe dei cuscinetti.

Infilate la pedivella sinistra sull’asse del movimento centrale che protrude dalla scatola. Assicurate la piastra di stop e riavvitate i bulloni di fermo della pedivella. Inserite il cappellotto utilizzando lo strumento TL-FC16. Stringete i due dadi della pedivella sinistra con una brugola da 5 mm fino a raggiungere 12 o 14 Nm. Quando riavvitate i pedali, ricordatevi di mettere grasso antigrippaggio sulle relative filettature.

Isis
Alcune pedivelle utilizzano un bullone a brugola di fissaggio. In questo caso si tratta di un dado da 8mm, quindi prendete la brugola adatta e svitate in senso antiorario. All’inizio ci sarà da faticare, siete avvertiti. Le guarniture che non usano un bullone di questo tipo si smontano utilizzando un estrattore delle pedivelle standard insieme a un piccolo funghetto. Inserite questo nella parte cava dell’asse e avvitate l’estrattore alle filettature della pedivella. Agendo sull’estrattore, spingete la pedivella fuori dall’asse del movimento centrale. Estraete la pedivella sinistra nella stessa maniera.

Estraete tutti gli spaziatori dall’estremità dell’asse, se presenti. Assicuratevi di inserire l’estrattore delle coppe del movimento centrale fino in fondo prima di cominciare a smollare queste ultime. Ricordatevi che, tranne per componenti italiani, le coppe di sinistra si svitano girando in senso antiorario, mentre quelle di destra in senso orario. L’asse uscirà insieme a una delle coppe dei cuscinetti.
Passate una mano di grasso anti-grippaggio sulle filettature della scatola e delle coppe del movimento centrale, e ripetete al contrario l’operazione di smontaggio svolta al punto precedente. Se alla fine l’asse non dovesse ruotare fluidamente e/o senza gioco, ricontrollate il corretto posizionamento delle coppe dei cuscinetti.

Rimontate gli eventuali spaziatori rimossi e ingrassate le estremità dell’asse del movimento centrale prima di fissare le pedivelle. Infilate prima quella destra e stringete il bullone di fissaggio tra i 35 e i 45 Nm. Quindi ripetete l’operazione con la pedivella sinistra, assicurandovi che questa sia posta a 180 gradi precisi rispetto a quella di destra.