• Bp17
Martedì, 28 Giugno 2016 11:48

Foodora, sponsor di Bike Pride

Foodora promuove la mobilità dolce

L’utilizzo di forme di mobilità dolce è un argomento importante per Foodora; il 90% degli oltre 500 fattorini della flotta, infatti, utilizza la bicicletta per consegnare i piatti. Una
decisione presa non solo per motivi ambientali, ma anche per garantire un servizio concretamente migliore​: in città, infatti, spostarsi da un punto all’altro è più veloce con la
bicicletta rispetto ai mezzi classici a motore. Non è però un mezzo molto sicuro e garantito: le grandi città italiane, infatti, non si sono ancora allineate alla media europea della quantità di piste ciclabili. A Torino, ad esempio, ci sono attualmente 178 km di piste ciclabili contro i 22.000 km di Amsterdam: una bella differenza!
“I fattorini sono un nostro importante valore aggiunto: sono loro che i clienti incontrano, con cui parlano e si relazionano come esponenti dell’azienda. Poiché il nostro servizio è in continua espansione e si basa sul trasporto di cibo da un lato all’altro della città, ci è sembrato naturale utilizzare un mezzo di trasporto a impatto zero.” dice Matteo Lentini​,
co­managing director di foodora. “L’evento, nelle ultime edizioni, ha avuto un grande impatto sulle instituzioni e sui cittadini; abbiamo voluto dare il nostro sostegno come un importante player nella scena torinese, che basa buona parte della sua attività proprio su questo mezzo.” commenta Gianluca Cocco,​ co­managing director di foodora.

Associazione Bike Pride | Cod. Fisc. 10935370014

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni