• Bp17
Mercoledì, 17 Febbraio 2016 10:12

Bike Pride incontra il sindaco Fassino

11 febbraio 2016 - I ciclisti hanno incontrato il sindaco Fassino per fare un bilancio degli impegni presi in seguito all'approvazione del Bici Plan (ottobre 2013)
Il Sindaco ha rinnovato grandi promesse: dubbi da parte dei ciclisti, ma disponibilità a dare il proprio contributo per creare una Torino realmente ciclabile
 
 
 
 
Questa mattina, lunedì 1 febbraio 2016, alcuni rappresentanti dell'Associazione Bike Pride Fiab Torino hanno incontrato il Sindaco Piero Fassino e gli Assessori Claudio Lubatti ed Enzo Lavolta per fare un bilancio sulle azioni e sugli impegni presi in seguito all'approvazione del Bici Plan, avvenuta nell'ottobre 2013. 
 
In allegato, vengono riportati i punti più salienti su cui è stato chiesto un riscontro (slide e presentazione).
 
I cinque punti del BiciPlan discussi  con il Sindaco sono stati:
  • stato avanzamento dei lavori
  • copertura economica
  • qualità degli interventi
  • manutenzione
  • sicurezza
 
Dall'incontro non è ancora emersa una garanzia sugli investimenti per il finanziamento del Bici Plan, per il quale Bike Pride -  al fine di garantire una copertura economica continuativa nel tempo - rinnova la richiesta di destinarvi il 15% della percentuale delle multe per la sicurezza stradale (ovvero il 50% di quelle totali).
 
Il Sindaco Fassino ha però proposto di intervenire anche retroattivamente su progetti già in fase di realizzazione, come la copertura del passante ferroviario, per adeguare quanto progettato alle indicazioni del Bici Plan.
 
Un'altra proposta interessante del Sindaco è inoltre quella di destinare - come avviene già a Parigi e in altre città europee - una parte della carreggiata solo alle biciclette, ricalcando di fatto la proposta dell'associazione Bike Pride di trasformare tutti i controviali in aree ciclopedonali.
 
Entro la prossima settimana, sempre su proposta del Sindaco, è prevista la convocazione di un incontro tra tecnici, Assessori e associazioni dei ciclisti per la co-progettazione delle prossime piste ciclabili.
 
Sulla scorta di quanto realizzato finora, l'associazione Bike Pride nutre forti dubbi sulla capacità di mantenere le promesse dell'Amministrazione, mal'associazione dei ciclisti rinnova la sua completa disponibilità a dare il proprio contributo per creare una Torino realmente ciclabile.
Associazione Bike Pride | Cod. Fisc. 10935370014

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni